Sociale

Avviso di selezione pubblica tramite mobilità volontaria per 1 posto di assistente sociale

AVVISO DI SELEZIONE PUBBLICA PER TITOLI E COLLOQUIO TRAMITE MOBILITA’ VOLONTARIA TRA ENTI, AI SENSI DELL’ART. 30 DEL D.LGS 165/2001, PER LA COPERTURA DI N° 1 POSTO DI ASSIS TENTE SOCIALE – CATEGORIA D – A TEMPO PIENO ED INDETERMINATO

SCADENZA DOMANDE  31/05/2021 ORE 13,00

BANDO MOBILITA ASSISTENTE SOCIALE

FAC SIMILE DOMANDA MOBILITA’ ASSISTENTE SOCIALE

Manifestazione di interesse per la frequenza ai centri estivi comunali. Domande entro 17 maggio.

Anche per l’estate 2021 il comune di Morciano di Romagna organizza per i bambini e le bambine di fascia di età compresa tra i 3 e i 14 anni i centri estivi comunali.

In attesa di conoscere le nuove determinazioni in merito alle modalità organizzative per l’estate prossima derivanti dall’ emergenza sanitaria in corso le modalità di attuazione saranno quelle poste in essere lo scorso anno.

I centri estivi saranno quindi tenuti presso la sede della scuola di infanzia e della scuola primaria.

Qualorale le iscrizioni consentano l’organizzazione di un apposito modulo per i ragazzi delle scuole secondarie di primo grado, per questa fascia di età saranno appositamente organizzati gruppi gioco, sport,  studio, arte e tempo libero.

Al fine di raccogliere le esigenze dell’utenza, e poter procedere con l’organizzazione puntuale del servizio, l’amministrazione comunale invita gli interessati a voler compilare l’apposita manifestazione di interesse; potranno poi confermare o meno l’iscrizione versando le rette previste.

Gli interessati possono compilare il modulo on-line reperibile al collegamento sotto indicato avendo cura di inviare un modulo per ogni bambino o bambina, ragazzo o ragazza che si intende iscrivere al centro estivo.

Una volta raccolte le manifestazioni di interesse, in accordo con la cooperativa Ambra, gestrice dei servizi estivi, sarà emesso apposito avviso di conferma dell’iscrizione completo delle informazioni organizzative per l’estate 2021.

 

Compila il modulo

Orti sociali: avviso per la formazione di una graduatoria – Scadenza 16/04/2020

Il Comune di Morciano di Romagna intende procedere alla formazione di una graduatoria per l’assegnazione degli orti sociali non assegnati con il precedente bando pubblico e pertanto ancora liberi, di quelli che si libereranno nel periodo di validità della graduatoria e di quelli in scadenza.

1. Possono presentare domanda coloro che alla data di pubblicazione del presente avviso siano residenti a Morciano di Romagna e possiedano i requisiti previsti dal Regolamento per la sezione “residenti pensionati” (assegnazione prioritaria) o per la sezione “residenti non pensionati” (assegnazione residuale).

Consulta il Regolamento per l’assegnazione degli orti sociali

2. La domanda dovrà pervenire all’Ufficio Protocollo del Comune di Morciano di Romagna (palazzo municipale, piazza del Popolo 1 oppure via Pec all’indirizzo protocollo@pec.comune.morcianodiromagna.rn.it) entro e non oltre le ore: 13.00 del 16.4.2021, allegando inoltre copia di valido documento di identità del richiedente ed eventualmente Certificazione ISEE in corso di validità.

La domanda andrà compilata utilizzando il presente modulo

Scarica il modulo per la presentazione della domanda 

3. Le domande validamente pervenute verranno esaminate da una apposita Commissione,
così come previsto dal Regolamento richiamato in premessa e i punteggi verranno attribuiti
sulla base dei criteri indicati nello stesso Regolamento (*). Sulla base della graduatoria
definitiva, il Comune procederà all’assegnazione degli appezzamenti disponibili ai sensi del
Regolamento. Qualora nella nuova graduatoria sia presente una persona già assegnataria di un
orto in base alla graduatoria precedente scaduta, manterrà l’orto precedentemente assegnato.

4. Le assegnazioni avranno validità quinquennale, salvo disdetta da esercitare in forma scritta.
Alla sottoscrizione della determina di assegnazione il concessionario dovrà versare una
cauzione infruttifera pari a €. 50,00. La concessione d’ uso avviene a titolo gratuito, previo
rimborso di una quota annuale per le spese stabilita dalla Giunta calcolata sul consumo
forfettario dell’acqua e della corrente elettrica. Annualmente si provvederà al conguaglio del
rimborso forfetario sulla base delle spese effettivamente sostenute.

5. Il versamento del contributo alle spese dovrà avvenire: per il primo anno alla
sottoscrizione della determina di assegnazione dell’ orto e per gli anni successivi entro e non
oltre il 31 maggio dell’ anno di riferimento. Il primo mancato pagamento della quota annuale
entro il termine comporta l’incameramento della cauzione. Il secondo mancato pagamento
equivale ad espressa rinuncia e automatica disdetta dell’ orto da parte dell’ assegnatario.

6. Il concessionario deve garantire la coltivazione diretta dell’orto. L’assegnazione dell’ orto è
strettamente personale; non è quindi ammessa alcuna forma di successione o di cessione o di
diritto familiare, anche se parziale o gratuiti. In caso di decesso dell’assegnatario l’orto rientra
automaticamente nella piena disponibilità del Comune a partire dal primo giorno del mese
successivo alla data del decesso. L’assegnatario deve effettuare le coltivazioni tipiche di un orto
familiare, con divieto di diversa utilizzazione, specie se a fine di lucro. Inoltre il concessionario è
obbligato a:
a) mantenere la superficie del terreno adeguatamente sistemata, onde evitare il formarsi di
pozze di acqua anche piovana;
b) non realizzare alcuna opera di derivazione di acqua o altro;
c) mantenere pulito l’appezzamento assegnato ed i relativi sentieri di accesso;
d) non abbandonare sul terreno attrezzi o altri oggetti;
e) non tenere né utilizzare, per la coltivazione, sostanze tossiche o inquinanti (anticrittogamici,
antiparassitari, diserbanti e sostanze che comunque comportino rischi di tossicità);
f) non tenere o allevare animali in genere (cani compresi);
g) non bruciare sterpaglie o altri rifiuti;
h) non utilizzare contenitori diversi da fusti in plastica per la raccolta di acqua;
i) non fare rumori molesti;
l) non piantare alberi;
m) garantire al personale del Comune l’accesso per eventuali controlli;
n) provvedere allo sgombero della neve sulle parti eventualmente interessate al passaggio pedonale;
o) non realizzare opere che alterino l’appezzamento assegnato, che alla scadenza
della concessione dovrà essere restituito sgombro da attrezzi o altre cose.
Il personale del Servizio LL.PP./Patrimonio comunale può effettuare in ogni momento sopralluoghi
e controlli volti ad accertare la corretta gestione degli orti. Dopo tre contestazioni scritte per
inosservanza degli obblighi sopra elencati il provvedimento di assegnazione verrà revocato ed
il lotto rientrerà automaticamente nella piena disponibilità del Comune dal primo giorno del
mese successivo alla data del provvedimento di revoca.

7. Potranno essere effettuati controlli diretti ad accertare la veridicità delle informazioni fornite
nella domanda di assegnazione dell’orto, ai sensi dell’art. 71 del DPR 445/2000; del D.Lgs.
109/98 così come modificato dal D.Lgs. 130/2000; del DPCM 221/99 così come modificato dal
DPCM 242/2001. Ai sensi dell’art. 76 del DPR 28/12/2000, n. 445, le dichiarazioni mendaci, la
falsità negli atti e l’uso di atti falsi nei casi previsti dalla legge sono puniti ai sensi del codice
penale e delle leggi speciali in materia.

8. I dati personali acquisiti per l’attuazione del presente bando sono trattati ai sensi di quanto
disposto dal Regolamento Europeo n. 679/2016 e dal D.lgs. n.196/2003 dove applicabile.
Le informazioni sul titolare del trattamento, Responsabile della protezione dati, diritti
dell’interessato sono disponibili sul sito web del Comune all’indirizzo:

Informativa per il trattamento dei dati personali ai sensi dell’articolo 13 del Regolamento Europeo n. 2016/679 sulla protezione dei dati personali

Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetta" nel banner"

9. A norma degli artt. 4 e ss. della legge n. 241/1990 e ss.mm. e ii. il responsabile del
procedimento è il Responsabile del Servizio “Servizi alla Persona e Amministrativo”.
Per ulteriori informazioni: tel. 0541-851903 (Servizi alla Persona e Amministrativo)

Avviso pubblico per l’erogazione di contributi a sostegno della mobilità casa-lavoro a favore di cittadini disabili

AVVISO PUBBLICO PER L’EROGAZIONE DI CONTRIBUTI A SOSTEGNO DELLA MOBILITA’ CASA – LAVORO A FAVORE DI CITTADINI DISABILI 

Le richieste di contributo potranno essere presentate secondo le modalità riportate nel Bando dal giorno 03.02.2021 entro il termine del 31.05.2021.

avviso Pubblico (1)

Modello di domanda

Fondo affitti: graduatoria definitiva ed elenco beneficiari

EROGAZIONE CONTRIBUTI INTEGRATIVI DIRETTI PER IL SOSTEGNO ALL’ACCESSO ALLE ABITAZIONI IN LOCAZIONE DI CUI AGLI ART. 38 E 39 DELLA L.R.24/2001 E SS.MM.II. ANNO 2020. DGR 602/2020 E DGC N. 95 DEL 15/07/2020: con Determinazione numero 94 sono state approvate le graduatorie definitive delle domande pervenute e l’elenco dei beneficiari diretti degli Interventi 1A e 1B.

All A Graduatoria Definitiva domande ammesse Intervento 1A

All B Beneficiari Intervento 1A

Allegato C graduatoria domande ammesse Intervento 1 b definitiva

Allegato d – beneficiari intervento 1 b DEFINITIVO

 

Graduatorie fondo sociale per le abitazioni in locazione

Graduatorie Fondo sociale per le abitazioni in locazione

Si pubblicano di seguito le graduatorie delle domande ammissibili al contributo relativo al Fondo sociale per le abitazioni in locazione ai sensi delle Delibera di Giunta Regionale n.602/2020 e Delibera di Giunta Comunale n.95/2020:

– graduatoria per intervento 1A “Richiedenti aventi ISEE compreso tra 0,00 e 3.000,00″;

– graduatoria per intervento 1 B “Richiedenti che hanno subito un calo del reddito causato dall’Emergenza COVID-19, con un limite ISEE pari a €. 35.000,00″;

– elenco delle domande non ammesse per mancanza dei requisiti previsti dal bando pubblico.

Eventuali osservazioni e/o informazioni possono essere effettuate contattando il numero telefonico 0541 851903.

Graduatoria per Intervento 1A

Graduatoria per Intervento 1B

Domande non ammesse

 

Bando per la concessione di agevolazioni tariffa corrispettiva puntuale (raccolta rifiuti)

BANDO PER LA CONCESSIONE DELLE AGEVOLAZIONI DELLA TARIFFA CORRISPETTIVA PUNTUALE A FAVORE DI PERSONE IN CONDIZIONI DI GRAVE DISAGIO ECONOMICO E SOCIALE

Possono accedere al beneficio della riduzione  i nuclei familiari residenti nel territorio comunale che:
✅ a) risultino costituiti esclusivamente da anziani che abbiano compiuto alla data del 1°
gennaio dell’anno di riferimento 65 anni di età. Nel nucleo familiare è ammessa la
presenza di una badante/collaboratrice familiare convivente con regolare contratto di
lavoro;
✅ b) alla data del 1° gennaio dell’anno di riferimento vedano presenti tre o più figli a carico
ovvero una situazione di handicap grave con una invalidità superiore al 66,66%;
✅ c) alla data di scadenza del termine per presentare la domanda, vedano presenti soggetti
che hanno perso il lavoro a seguito di licenziamento per giusta causa ovvero a seguito di
scadenza di un precedente contratto a termine non rinnovato ovvero si trovano in cassa
integrazione e siano regolarmente iscritti alle liste di collocamento;
✅ d)
 Famiglie con un reddito I.S.E.E. fino a Euro 7.500;
 Famiglie con 3 o più componenti con un reddito esclusivamente da lavoro
dipendente, I.S.E.E. fino a Euro 11.000;

Il termine di scadenza per la presentazione delle domande di cui al presente bando è il giorno 06 NOVEMBRE 2020.

Le domande che dovranno contenere, a pena di nullità:
1) le generalità del contribuente;
2) l’autocertificazione inerente il possesso dei requisiti di cui all’articolo 2;
3) l’attestazione ISEE ordinario rilasciato dall’INPS in corso di validità riferita ai redditi
dell’anno precedente.
Per ottenere l’attestazione ISEE i soggetti interessati potranno rivolgersi direttamente ai Centri Autorizzati di Assistenza Fiscale (CAAF).

Per presentare la domanda gli utenti potranno avvalersi dell’apposito modulo di seguito scaricabile

ALLEGATO B_DOMANDA

Ulteriori informazioni circa l’entità delle riduzioni, i requisiti di accesso, l’istruttoria e la presentazione della domanda sono disponibili nel bando scaricabile al seguente indirizzo:

ALLEGATO A _ BANDO 2020

Allegati

Graduatoria definitiva per l’assegnazione degli Edifici di Edilizia Residenziale Pubblica del Comune di Morciano di Romagna

Graduatoria definitiva per l’assegnazione degli Edifici di Edilizia Residenziale Pubblica del Comune di Morciano di Romagna

Graduatoria Definitiva Morciano

Tariffe agevolate di abbonamento annuale di trasporto a favore di persone in condizione di fragilità sociale

Per approfondire

In attuazione della Deliberazione di Giunta Regionale 2206 del 17.12.2018 il Comune di Riccione, con propria Deliberazione G.C. 57 del 17.02.2020, ha approvato, a valere per i Comuni appartenenti al Distretto di Riccione (incluso Morciano di Romagna) le seguenti tariffe agevolate di abbonamento annuale di trasporto a favore persone in situazione di fragilità sociale per l’anno 2020:

  • Abbonamento “Mi muovo insieme” URBANO tariffa agevolata €. 75,00;
  • Abbonamento “Mi muovo insieme” EXTRAURBANO tariffa agevolata €. 75,00;
  • Abbonamento “Mi muovo insieme” INTEGRATO tariffa agevolata €. 110,00.

Le suddette tariffe saranno applicate alle categorie sociali qui di seguito riportate:

  • Famiglie numerose (con 4 o più figli) e con ISEE non superiore a € 18.000,00;
  • Disabili;
  • Anziani, persone di di età non inferiore a 65 anni, con ISEE del nucleo familiare non superiore a € 15.000,00;
  • Richiedenti e titolari di protezione internazionale così come definiti nel D. Lgs. 28/01/2008, n.25; Titolari di permessi per motivi umanitari ancora in corso di validità; Titolari di permesso di soggiorno di “protezione speciale” rilasciato a seguito di proposta della Commissione Territoriale di Riconoscimento Protezione Internazionale ai sensi dell’art.32 D.Lgs.28/01/2008, n.25 così come modificato dalla L.132/2018;
  • Vittime di tratta di esseri umani e grave sfruttamento inserite nel Programma unico di emersione, assistenza ed integrazione sociale attuato ai sensi dell’articolo 18 del d.lgs. 286/98 Testo Unico Immigrazione, e rivolto a stranieri e cittadini di cui al comma 6 bis dell’art. 18 del decreto legislativo 25 luglio 1998, n. 286, alle vittime dei reati previsti dagli articoli 600 e 601 del codice penale, o che versano nelle ipotesi di cui al comma 1 del medesimo articolo 18 (art. 1, commi 1 e 3, del decreto del Presidente del Consiglio dei ministri 16 maggio 2016);
  • Nuclei familiari e persone in situazione di difficoltà economica e fragilità sociale con una modalità di accesso tramite Sportello Sociale nell’ambito di un progetto condiviso con i servizi sociali;
  • Nuclei familiari con almeno 3 figli minori e con un ISEE non superiore a €. 12.000,00 per i quali l’agevolazione si configura quale sconto di € 112,00 sull’abbonamento studenti (MM U 26);
  • famiglie numerose con 4 o più figli con età fino a 26 anni purché conviventi ed ISEE del nucleo familiare da € 18.000,01 a € 28.000 per i quali l’agevolazione si configura quale sconto  di.€. 112,00 sull’abbonamento studenti (MM U26).

Si invitano gli interessati a prendere visione dell’informativa di seguito riportata per conoscere le modalità e la documentazione da presentare per l’ottenimento dell’agevolazione.

https://www.comune.riccione.rn.it/Engine/RAServeFile.php/f/MiMuovoInsiema2020__1_.pdf

 

Linee guida regionali attività pre scuola

🇮🇹🇮🇹La regione La Regione Emilia-Romagna ha varato le linee operative che regolamentano le attività pre-scuola in tutti le scuole del primo ciclo di istruzione.
🔴🔴Al lavoro per le intese da assumersi con l’istituto comprensivo Valle del Conca

✅Al pre-scuola accedono bambini e ragazzi da classi diverse.
La ratio delle linee è mantenere distinti i gruppi classe, per contenere il numero di studenti da mettere in sorveglianza in caso di eventuale positività.

👉Se sono ospitati in un’aula, gli studenti che frequentano la stessa classe devono, oltre a rispettare la distanza interpersonale di un metro, essere disposti ad una distanza di almeno una fila di banchi, in orizzontale e in verticale, dagli studenti provenienti da altre classi, e così per i diversi gruppi classe.

👉Occorrerà garantire, alla fine del pre-scuola l’aerazione delle aule e la disinfezione delle superfici.

📌Anche in spazi diversi dalle aule, come palestre o mense, bisogna prevedere modalità di separazione tra studenti di classi differenti: la distanza idonea tra i gruppi classe sarà garantita prendendo a riferimento quella prevista nell’area cattedra, cioè 2 metri.

📌In tutti i casi in cui siano presenti in uno stesso locale studenti provenienti da diverse classi, l’utilizzo della mascherina, oltre a tutte le misure di igiene, prima fra le altre il lavaggio delle mani, resta comunque un efficace elemento di riduzione del rischio.

🔴Queste misure, come viene ribadito nelle linee, possono essere sufficienti laddove la scuola ospiti per un periodo inferiore ai 30 minuti in unico spazio studenti che abbiano condiviso il trasporto scolastico e che mantengano la mascherina già indossata per tale motivo per tutto il periodo antecedente l’avvio dell’attività scolastica.

240 visite

torna all'inizio del contenuto Skip to content

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi