Auditorium della Fiera

Auditorium della Fiera – Presentazione stagione teatrale 2022/2023 e info sui biglietti

A partire dal 13 novembre l’Auditorium della Fiera di Morciano di Romagna torna a trasformarsi in teatro e alza il sipario su una stagione che fino ad aprile vedrà alternarsi prosa, musica e comicità.

Nove appuntamenti in programma grazie alla collaborazione con ATER Fondazione che ha curato un calendario di proposte che, dopo l’ottimo riscontro della scorsa stagione, risponde alle esigenze di un pubblico vasto, di chi ha un’abitudine familiare al teatro e di chi invece vuole avvicinarsi per la prima volta.

Dichiara il Sindaco di Morciano di Romagna Giorgio Ciotti: “Un famoso scrittore diceva che ‘attraverso la cultura si impara a vivere insieme’. È una lezione che abbiamo voluto tenere a mente quando abbiamo intrapreso al fianco di Ater Fondazione questo percorso di valorizzazione dell’Auditorium della Fiera. Da un lato l’amministrazione comunale ha messo in campo interventi strutturali per rendere l’Auditorium più accogliente e moderno. Dall’altro ATER ha portato sul palco proposte originali e emozionanti. L’idea era di trasformare uno spazio fisico in un vero e proprio luogo dell’anima; un contenitore che travalicasse i confini per diventare un punto di riferimento per tutto ciò che è cultura e arte. Una scommessa che riteniamo sia stata vinta. Lo dimostra il successo che gli appuntamenti hanno riscosso presso il pubblico. Lo dimostra il livello di questa nuova rassegna di musica e di prosa. Avevamo però anche un altro obiettivo: fare in modo che la cultura diventasse un collante capace di tenere insieme la nostra comunità. L’arte ha un potere grandioso: quello di aggregare le persone, favorendo la dimensione sociale. L’Auditorium è il luogo in cui tutto ciò avviene: un copione che, ci auguriamo, possa ripetersi anche questa volta”.

Si comincia domenica 13 novembre con Papagheno Papaghena. I pappagalli di Mozart, il nuovo spettacolo della Compagnia Trioche che, dopo il successo dei precedenti, propone ora un particolare lavoro clown musicale. Il titolo si rifà alla celebre aria dell’opera di Mozart Il flauto magico con cui i Trioche giocheranno passando dal bel canto alla nobile arte comica.

Il programma prosegue sabato 26 novembre con I-TIGI Racconto per Ustica, l’opera di Daniele Del Giudice e Marco Paolini portata in scena da Maurizio Santamaria insieme a Sara Ninfali e con l’accompagnamento musicale di Gabriele Pedrazzi, il racconto di lunghissimi anni di indagini sulla storia drammatica del volo Itavia del 27 giugno 1980, ancora avvolta dal mistero. Un appuntamento che per Morciano assume un significato ancor più profondo in ricordo di Pier Paolo Ugolini, il concittadino che perse la vita in quella tragedia.

Un tabellone e 32 Santi in gara. Questi gli ingredienti principali di La coppa del santo, lo spettacolo che gli Omini – al secolo Luca Zacchini e Francesco Rotelli – portano in scena sabato 10 dicembre facendo gareggiare tra loro i Santi e i loro poteri sovrannaturali, finché ne resterà soltanto uno. Il pubblico ascolterà le straordinarie storie delle loro vite e verrà chiamato in causa per stabilire il vincitore del sacro torneo.

Il nuovo anno comincia all’insegna dell’ironia, del divertimento e del genio degli Oblivion, la compagnia composta da Graziana Borciani, Davide Calabrese, Francesca Folloni, Lorenzo Scuda, Fabio Vagnarelli, famosa per le esilaranti connessioni musicali che ogni volta compongono uno show sorprendente e memorabile. Sabato 14 gennaio sul palco dell’Auditorium arriva Oblivion Rhapsody, la summa delle loro performance più amate, che parte dalle famose parodie dei classici della letteratura, passando per la dissacrazione della musica a colpi di risate.

L’appuntamento di domenica 26 febbraio è con La lettera, un titolo che, per il perfetto meccanismo che continua a stupire, viene rappresentato in tutto il mondo da 30 anni, ed è liberamente ispirato al libro dello scrittore francese Raymond Queneau Esercizi di Stile. Paolo Nani, solo sul palco con un tavolo e una valigia di oggetti, riesce a dar vita a 15 micro storie, tutte contenenti la medesima trama ma interpretate ogni volta da una persona diversa, con una raffica di sorprese dal ritmo sfrenato e bislacco che rende questo spettacolo unico.

Mercoledì 8 marzo il protagonista della serata è Natalino Balasso che, insieme a Andrea Collavino e Marta Cortellazzo Wiel, porta in scena Balasso fa Ruzante. Amori disperati in tempo di guerre, una commedia che evoca alcune delle opere di Angelo Beolco, famoso per aver dato vita al personaggio di Ruzante, un contadino padovano ruspante, famelico e poltrone. Un terzetto di disperati si esprimono in un neo-dialetto spassoso, trovando nella vis polemica del drammaturgo veneto un potente collegamento con la comicità di Balasso.

Venerdì 10 marzo sarà la musica a prendersi la scena dell’Auditorium sulle note di Renato Carosone interpretate da Peppe Servillo & Solis String Quartet con Carosonamente, un viaggio nel mondo dell’indimenticabile artista e nella vita scanzonata e ironica che nel dopoguerra seppe cantare e raccontare.

Una data tutta al femminile è quella di sabato 25 marzo con il monologo di Michela Murgia Dove sono le donne? L’autrice, tra le più impegnate nelle battaglie civili, porta per la prima volta in teatro il suo punto di vista sulla ‘questione femminile’ superando per sempre gli angusti confini delle quote rosa. Drammaturgia sonora eseguita dal vivo da Francesco Medda Arrogalla e illustrazioni di Edoardo Massa.

L’ultimo titolo della stagione teatrale è in programma sabato 15 aprile ed è Un alt(r)o Everest, di e con Mattia Fabris e Jacopo Maria Bicocchi, una storia che racconta le difficoltà e i passaggi obbligatori che la vita ci mette davanti. Come i crepacci: non possiamo voltarci dall’altra parte e non possiamo girarci intorno ma solo attraversarli. Due amici, due vite, due destini indissolubili.

Dopo il successo della scorsa stagione, l’Auditorium della Fiera di Morciano rinnova la sua adesione a Sciroppo di teatro, il progetto lanciato da Ater Fondazione, in rete con gli assessorati alla Cultura, al Welfare e alla Sanità della Regione Emilia-Romagna, che porta bambini e famiglie a teatro con la ‘ricetta’ del pediatra. Il programma sarà reso noto prossimamente.

La collaborazione con il Centro Diego Fabbri di Forlì porta a Morciano per la stagione 2022-2023 il progetto Teatro no limits che garantisce l’accessibilità da parte degli spettatori con disabilità visiva, grazie a supporti audio descrittivi. Sarà audiodescritto lo spettacolo Balasso fa Ruzante. Amori disperati in tempo di guerre.

Auditorium della Fiera di Morciano

Via XXV luglio, 121 Morciano di Romagna (RN)

Tel. 3332401810 e-mail morciano@ater.emr.it

Facebook @auditoriumfieramorciano Instagram @auditoriumfiera_morciano

www.ater.emr.it

Informazioni e biglietteria

Inizio spettacoli ore 21

Vendita abbonamenti, carnet e biglietti

Dal 18 al 22 ottobre la vendita sarà riservata ai soli abbonamenti;

dal 24 ottobre al 5 novembre la vendita sarà riservata ad abbonamenti e carnet;

dal 7 novembre sarà possibile acquistare i biglietti per i singoli spettacoli della stagione teatrale. 

 Orari biglietteria 

 Campagna abbonamenti 

Dal 18 al 22 ottobre 2022: dal lunedì al venerdì dalle 17 alle 19; sabato ore 10.30-12.30.

Dal 24 ottobre al 5 novembre 2022: lunedì e venerdì dalle 17 alle 19; sabato ore 10.30-12.30.

Biglietti singoli spettacoli 

Dal 7 novembre al 15 aprile 2023: lunedì e venerdì dalle 16 alle 19; giovedì dalle 10 alle 13.

Nei giorni di spettacolo a partire da due ore prima dell’inizio della rappresentazione.

Michela Murgia
©ChiaraPasqualini/MIP

Natalino Balasso, Marta Dalla Via, Andrea Collavino, Marta Cortellazzo Wiel, Roberto Di Fresco, Sonia Marianni, Luca dé Martini di Valle Aperta, TEATRO STABILE DI BOLZANO

 

Auditorium della Fiera – Programmazione stagione 2019/2020

Ottobre 2019

Sabato 26 Rassegna Blu Morciano – Enzo Iacchetti in “Intervista confidenziale” (21.15)

Novembre 2019

Sabato 16 Rassegna Blu Morciano – Carrozzeria Orfeo in “Animali da bar” (21.15)
Domenica 17 Il nido di formica – Kosmocomico Teatro presenta “Cattivini” (16.30)
Sabato 23 Nel Blu – Le migliori canzoni italiane – Serata di beneficenza con lo IOR (21)

Dicembre 2019

Sabato 7 Rassegna Blu Morciano – Andrea Santonastaso – Teatro dell’Argine in “Mi chiamo Andrea e faccio fumetti” (21.15)
Domenica 15 Il nido di formica – Gek Tessaro presenta “Pinocchio” (16.30)
Giovedì 19 Rassegna Blu Morciano – Alcantara Teatro in “Angeli” (21.15)

Gennaio 2020

Domenica 19 Il nido di formica –Alcantara Teatro presenta “Il piccolo Aron e il signore del bosco” (16.30)
Domenica 26 Rassegna Blu Morciano –Ambra Angiolini e Ludovica Modugno in “Il nodo” (21.15)

Febbraio 2020

Mercoledì 12 Il nido di formica (matineé per le scuole) – Il teatro delle briciole: “La Repubblica dei bambini”
Sabato 15 Rassegna Blu Morciano – Simone Cristicchi in “Esodo” (21.15)
Mercoledì 26 Il nido di formica (matineé per le scuole) – Eclissi di lana: “Una vita d’inferno”
Venerdì 28 Il nido di formica (matineé per le scuole) – Itcs Salvemini: “La classe”

Marzo 2020

Martedì 3 Il nido di formica (matineé per le scuole) – Guido Castiglia: “DISconnesso: fuga off-line”
Giovedì 12 Rassegna Blu Morciano – Matthias Martelli/Teatro Stabile di Torino in “Mistero buffo” (21.15)
Sabato 14 Rassegna Blu Morciano – Orchestra Mirko Casadei e Ivano Marescotti – “Il ballo” (21.15)
Mercoledì 18 Il nido di formica (matineé per le scuole) – Il baule volante: “Mirco cerca un amico”

 

 

 

Blu Morciano (26 ottobre 2019 – 14 marzo 2020) – Programma completo della stagione teatrale

Blu come passione, come amore, come incontro. Morciano di Romagna si prepara ad accogliere la stagione teatrale 2019-2020 presso l’Auditorium della Fiera.

In cartellone Blu Morciano. Teatro e persone, sette appuntamenti dal 26 ottobre 2019 al 14 marzo 2020 e la rassegna di teatro per scuole e famiglie Il nido di formica, 3 spettacoli e 5 matinée dal 17 novembre 2019 al 18 marzo 2020. Una proposta completa che si compone di una stagione teatrale vera e propria con volti di punta dello spettacolo e nomi emergenti, integrata dagli appuntamenti per i più piccoli. Spunti di contenuto e natura diversi ma accomunati da una visione: riunire persone attorno al mondo del teatro, inteso non solo come rappresentazione, ma come forma di dialogo e incontro e punto di partenza, crescita e sviluppo per tutta la famiglia e la scuola.

Blu Morciano si radica nel territorio e lo fa colorandosi di una tonalità molto particolare di blu, che prende spunto dalle opere del massimo esponente della pittura futurista, Umberto Boccioni, morcianese di origine. Negli anni dell’amore segreto tra Umberto Boccioni e Vittoria Colonna, il pittore morcianese ha individuato proprio nelle tonalità del blu le potenzialità per le sue massime rappresentazioni dell’amore. Lo stesso amore dal quale scaturisce la composizione del cartellone della nuova stagione, promossa dal Comune di Morciano di Romagna e da Ater – Associazione Teatrale Emilia Romagna, Circuito regionale multidisciplinare.

Blu Morciano. Teatro e persone aprirà i battenti sabato 26 ottobre con Enzo Iacchetti in Intervista confidenziale in cui lo storico conduttore di Striscia la notizia sarà intervistato da Giorgio Centamore, cabarettista e fedele collaboratore di Iacchetti. Un pretesto narrativo per proporre racconti e aneddoti su tutto ciò che esiste dietro al lavoro e alla carriera di un personaggio famoso, in versione rigorosamente comica, con possibilità per il pubblico di intervenire con domande in tema. Sabato 16 novembre in Animali da bar, della Compagnia Carrozzeria Orfeo, sei animali notturni, illusi perdenti, appoggiati al bancone provano a combattere, nonostante tutto, aggrappati ad una speranza che resiste troppo a lungo. Lo spettacolo, vincitore del premio Hystrio 2016, è accompagnato dalla voce fuori campo di Alessandro Haber.  Sabato 7 dicembre Blu Morciano omaggia Andrea Pazienza con Mi chiamo Andrea e faccio fumetti. In scena il bolognese Andrea Santonastaso che racconta, disegnandola, la vita del grande artista. Giovedi 19 dicembre, per il progetto “Teatro e salute mentale” della Regione Emilia Romagna che punta a costruire  un terreno comune per la valorizzazione del Teatro come elemento di benessere psichico e di crescita individuale e collettiva, Blu Morciano  ospita Alcantara Teatro in Angeli, per la regia di Damiano Scarpa. Lo spettacolo, che vede in campo anche l’Ausl della Romagna e la Cooperativa Formula servizi alle persone e gode del patrocinio del Comune di Rimini, scaturisce da un lavoro corale, partito da passeggiate reali dei protagonisti, alla ricerca delle Città invisibili, il momento di comunicazione di un percorso lungo un anno, che ha visto i partecipanti (pazienti, esperti, educatori, volontari, tirocinanti, psicoterapeuti) coinvolti in una serie di esperienze andate ben oltre il solo laboratorio teatrale.

L’anno nuovo si apre con Il nodo, in programma domenica 26 gennaio 2020, con Ambra Angiolini e Ludovica Modugno per la regia di Serena Sinigaglia. Ambientato in una classe di prima media della scuola pubblica di Lake Forest, piccolo centro abitato nei dintorni di Chicago, Il nodo vede confrontarsi come in un’arena, un’insegnante e la madre di uno studente rimasto vittima di bullismo, o forse lui stesso molestatore, una vera e propria battaglia, in palio – tra pathos e suspence – l’educazione e la genitorialità. Sabato 15 febbraio Simone Cristicchi in Esodo racconta per voce, parole e immagini l’esodo Istriano, Fiumano e Dalmata, una pagina dolorosa della storia d’Italia mai abbastanza conosciuta e, se possibile, resa ancora più straziante dal fatto che la sua memoria è stata affidata non a un imponente monumento ma a tante, piccole, umili testimonianze che appartengono alla quotidianità. Giovedì 12 marzo per la regia di Eugenio AllegriMatthias Martelli darà vita a Mistero buffo. Una produzione del Teatro stabile di Torino, teatro nazionale, in collaborazione con Art Quarium, a 50 anni dal debutto il capolavoro del Premio Nobel Dario Fo.  A chiudere Blu Morciano sabato 14 marzo saranno Ivano Marescotti e l’orchestra Mirko Casadei, interprete della tradizione della musica e del ballo liscio romagnolo di Secondo e Raoul Casadei, in Il ballo, uno spettacolo teatrale e musicale su come il modo di ballare nei primi decenni del dopoguerra segna il cambiamento di un’epoca. Da un’Italia rurale a un’Italia terziaria e industriale che dagli anni sessanta in poi vede regnare le discoteche.

La vendita di biglietti e abbonamenti si svolgerà da mercoledì 9 ottobre a sabato 12 ottobre, dalle 9.30 alle 12.30 e da martedì 15 a sabato 19 ottobre, dalle 9.30 alle 12.30 e giovedì 10 e 17 ottobre anche al pomeriggio dalle 15.30 alle 18.30, presso la biblioteca comunale “G. Mariotti”, in via Pascoli 32. La prevendita sarà attiva dal 9 ottobre on line www.vivaticket.it e nelle rivendite autorizzate Vivaticket.

Tutti gli spettacoli di Blu Morciano si svolgeranno all’Auditorium della Fiera, in via XXV Luglio 121, ingresso di via Forlani, 60 a Morciano di Romagna con inizio alle 21.15. Gli spettacoli domenicale del Nido di formica inizieranno alle 16.30, con apertura della biglietteria alle 15,30 nei giorni di spettacolo.

La biglietteria dell’Auditorium Fiera aprirà alle ore 19 nei giorni di spettacolo.

Informazioni: morciano@ater.emr.it; 339.8972742 (da lunedì a venerdì, dalle 10 alle 13)

806 visite

torna all'inizio del contenuto Skip to content

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi