Approvato progetto di riqualificazione di piazza Ghigi

Una piazza più sicura e a misura di cittadino, capace di fungere da cerniera tra lo spazio del centro urbano di Morciano di Romagna e il nuovo polo commerciale di prossima inaugurazione. La Giunta comunale ha approvato il progetto definitivo di urbanizzazione primaria e riqualificazione di piazza Ghigi. Un progetto che rientra nell’ambito dell’accordo di programma sottoscritto con il soggetto attuatore del comparto nato sulle ceneri dell’ex pastificio e che sarà quindi a costo zero per le casse del Comune di Morciano di Romagna. Un intervento che mira anzitutto a rafforzare la continuità urbana tra la piazza e via Roma, e quindi tra la piazza stessa e il centro commerciale-direzionale che si prepara ormai ad aprire i battenti nel cuore di Morciano.
Il progetto prevede di uniformare la pavimentazione della piazza a quelle delle aree limitrofe, andando dunque a sostituire il gres con lastre di Luserna: un materiale antiscivolo, pensato appositamente per garantire le massime condizioni di sicurezza degli utenti, specialmente quelli appartenenti a categorie a mobilità ridotta.
L’intervento sarà arricchito dall’inserimento di una fontana fuori terra con muretto perimetrale rivestito a sua volta di pietra di Luserna, e dall’incremento delle alberature in particolar modo nell’area verde sul lato di via Forlì e nelle fioriere asportabili sul lato del parcheggio.
Completerà il tutto l’inserimento di nuovi cestini portarifiuti, arredi moderni, fioriere e sedute asportabili. Il tutto in un’ottica di utilizzo della piazza anche in occasioni di eventi e manifestazioni, a cominciare naturalmente dall’Antica Fiera di San Gregorio.
“Attraverso questo intervento – spiega il sindaco di Morciano Giorgio Ciotti – si è voluta creare una sorta di contaminazione tra gli spazi della piazza e quelli del futuro polo ex Ghigi, andando ad uniformare e amalgamare i luoghi del vivere quotidiano. Un paese che cambia volto e abbraccia la modernità, garantendo allo stesso tempo elevati standard di qualità urbana”.

99 visite

torna all'inizio del contenuto Skip to content

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi