avvisi

Partiti i lavori di riqualificazione dell’auditorium della Fiera

L’auditorium della Fiera di Morciano di Romagna si prepara a cambiare pelle e a trasformarsi in un vero e proprio teatro pronto ad ospitare spettacoli ed iniziative culturali di livello. A cominciare dalla stagione teatrale 2022, organizzata dal Comune con la direzione artistica di Ater, contenitore al cui interno troveranno spazio anche gli appuntamenti inseriti nel cartellone della prossima edizione dell’Antica Fiera di San Gregorio. Sono partiti proprio in questi giorni i lavori, a cura di Anthea, per la migliore compartimentazione, l’efficientamento energetico e l’adeguamento termo-acustico dell’area spettacoli di via XXV Luglio, finanziati dalla Giunta comunale del sindaco Giorgio Ciotti con l’intento di riqualificare uno spazio destinato a diventare un polo culturale di riferimento per l’intera Valconca, adattandolo alle esigenze del pubblico e degli artisti. Si comincia con una serie di migliorie al palco, con l’inserimento di un pannello fonoassorbente e di un rivestimento in legno, oltre ad una scala di servizio in legno nel retro palco e ad una piattaforma elevatrice, garantendo quindi l’accesso al palcoscenico anche a persone con disabilità. Si procederà quindi con una compartimentazione dell’area conformemente alle normative vigenti.   L’auditorium farà un salto di qualità con la realizzazione  di  camerini e  bagni  strutturati  con  pareti  in  cartongesso, a cui si aggiungerà una terza uscita di sicurezza. Verranno inoltre smontate le attuali poltroncine della platea, attualmente imbullonate alla pavimentazione, e si provvederà al loro rimontaggio in posizione più arretrata rispetto all’attuale, prevedendo posti dedicati a persone su sedia a rotelle. Completerà il tutto l’adeguamento degli impianti elettrici di sicurezza. L’intero padiglione fieristico sarà invece oggetto di un corposo intervento di efficientamento dell’impianto di riscaldamento e raffrescamento, al fine di ridurre i consumi e di migliorare l’accoglienza di operatori e visitatori, in vista anche del prossimo utilizzo dell’area per la mostra campionaria della Fiera di San Gregorio. Il progetto prevede l’installazione di pompa di calore ad alta efficienza, la realizzazione di nuove linee di distribuzione con idonea coibentazione, l’installazione di nuovi aerotermi.

Comparto ex Ghigi – Acquisizione al patrimonio comunale aree per apertura via Colombari

Il Comune di Morciano di Romagna si prepara a scrivere l’ultimo capitolo della vicenda che gravita attorno al progetto di riqualificazione dell’area dell’ex pastificio Ghigi. Un iter lungo e tortuoso, che vede finalmente parte privata e pubblica  pronte a percorrere gli ultimi metri in vista del traguardo. Giovedì sono stati sottoscritti, davanti al notaio, gli atti di acquisizione al patrimonio comunale delle aree destinate all’apertura di via Colombari. Lo ‘sfondamento’ di via Colombari è uno dei passaggi chiave per il futuro del comparto, al quale l’amministrazione comunale del sindaco Giorgio Ciotti ha lavorato con grande attenzione nell’arco degli ultimi mesi per trovare un delicato punto di equilibrio tra interesse pubblico e privato, con l’obiettivo di restituire alla cittadinanza una nuova viabilità interna funzionale al paese.  A questo punto Morciano di Romagna si prepara a completare il percorso. Lo farà portando in Consiglio comunale, entro il mese di novembre, la definitiva approvazione delle modifiche apportate al piano urbanistico attuativo del comparto ex Ghigi. Un passaggio che metterà di fatto la parola ‘fine’ ad un iter di revisione in ambito urbano al centro da tempo di analisi e approfondimenti.

Le modifiche introdotte e già soggette alla sottoscrizione di un opportuno accordo di programma che ha visto partecipi anche la provincia di Rimini e la regione Emilia Romagna, hanno previsto la riduzione delle superfici da realizzarsi ad un massimo di 7700 metri quadrati con la realizzazione di una grande struttura di vendita alimentare e fino a un massimo di tre medie strutture di vendita non alimentare.
Le modifica all’accordo di programma comportano la compartecipazione del soggetto privato alla realizzazione di una nuova biblioteca comunale che sarà edificata nell’area di via Roma già occupata dalle ex scuola media.
L’amministrazione comunale si appresta quindi ad approvare entro l’anno il progetto esecutivo di questa nuova opera mentre i lavori di preparazione dell’area sono già stati avviati con la demolizione del vecchio edificio.

I lavori di realizzazione della nuova biblioteca si prevede possano essere appaltati nel corso del primo semestre del 2022 mentre il loro completamento è previsto per la fine del 2023.

Morciano di Romagna sarà tra i primi Comuni in provincia a portare la fibra ottica in tutte le abitazioni

Un Comune più connesso e più unito grazie alla rete di ultima generazione. Entro pochi mesi Morciano di Romagna sarà tra i primi comuni della provincia a portare la fibra ottica in tutte le abitazioni presenti sul proprio territorio. Si tratta della cosìddetta “fiber to the home”. Una rivoluzione resa possibile grazie ad un accordo tra il sindaco Giorgio Ciotti, Telecom Italia e Open Fiber. In virtù di tale accordo, Open Fiber – operatore italiano specializzato in infrastrutture di rete ad altissima velocità – potrà avvalersi dei cavidotti distribuiti sull’intero territorio morcianese, in particolar modo quelli della pubblica illuminazione, per realizzare un cablaggio completo che consentirà a tutte le unità abitative di essere raggiunte dalla fibra ottica, contrariamente a quanto avviene in questo momento. Allo stato attuale infatti la fibra ottica si ferma ai quadri di derivazione stradale, ovvero fiber to the cabinet, e da lì la connettività arriva a domicilio tramite il vecchio cavo telefonico in rame. La nuova infrastruttura consentirà agli utenti di navigare su internet con velocità di download e upload fino ad un Megabit al secondo. L’intervento, che prenderà il via nel mese di novembre, sarà finanziato interamente da Open Fiber. Un’opportunità che è stato possibile cogliere grazie all’approvazione del regolamento sulla telefonia mobile e le infrastrutture di rete, che ha velocizzato notevolmente l’iter di autorizzazione del progetto. “Morciano – afferma il sindaco Giorgio Ciotti – sarà il primo comune dell’entroterra a dotarsi di questa nuova tecnologia a tutto vantaggio dell’economia locale, delle scuole, della società in genere. Entriamo a grandi passi nel web del futuro”.

Marciapiedi e tetto della palestra comunale: lavori in arrivo grazie al finanziamento

Decoro e sicurezza urbana: questi gli obiettivi che la Giunta Comunale del sindaco Giorgio Ciotti intende perseguire grazie a due importanti interventi che potranno beneficiare di un contributo ministeriale. Nei giorni scorsi infatti è stato pubblicato il decreto con cui si annuncia lo stanziamento di un finanziamento di 101.732 euro a favore del Comune di Morciano di Romagna. La prima ‘fetta’ di contributo, pari a 50mila euro, servirà per la riqualificazione dei marciapiedi del territorio comunale, secondo la scala di priorità individuate dall’amministrazione comunale stessa attraverso gli uffici competenti: lavori che andranno in coda a quelli già in fase di realizzazione. Tra questi vale la pena di citare, tra i più recenti, la sistemazione integrale di via Forlani, la manutenzione straordinaria di via Boccioni, le opere di urbanizzazione in via Giusti, ma anche quelli ormai in dirittura di arrivo, come la messa in sicurezza di via Abbazia nella zona compresa tra il cimitero e il confine comunale, che si accompagnerà anche alla manutenzione straordinaria della pista ciclabile esistente. La quota restante del finanziamento, pari a 61.732 euro, servirà invece a coprire le spese di rifacimento del tetto della palestra comunale di via Stadio, struttura di centrale importanza per i giovani e per le realtà sportive e associative morcianesi. Le opere di rifacimento saranno realizzate al termine dell’anno scolastico in corso.

Alienazione di un appartamento di proprietà comunale sito in via Forlani 13/b – scadenza 11/12/2021

Alienazione di un appartamento di proprietà comunale sito in via Forlani 13/b 

All.1-Bando

Oggetto dell’asta
Si tratta di un alloggio destinato a civile abitazione situato al primo piano in via Forlani 13/b più relativo garage al piano terra. L’alloggio misura 92,06 mq + 19mq di garage e non risulta attualmente occupato.

Prezzo a base d’asta
€ 123.027,77

La vendita si intende a corpo.
La vendita di cui sopra è fuori campo di applicazione dell’IVA, ai sensi e per gli effetti dell’art. 4,
comma 4, del DPR n. 633/1972.

Come si terrà la vendita
L’asta sarà tenuta ad unico incanto, con il metodo dell’offerta segreta in aumento, da confrontarsi
con il prezzo a base d’asta sopraindicato, secondo le modalità previste dagli articoli 73, primo
comma lett. c), e 76 del Regolamento sulla Contabilità Generale dello Stato, approvato con Regio
Decreto 23 maggio 1924, n. 827.

Importo cauzionale
€ 12.302,78

Modalità di partecipazione

Le offerte dovranno pervenire o essere recapitate all’ufficio protocollo del comune di Morciano di
Romagna (dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 13:00) entro e non oltre le ore 13,00 del
giorno 11/12/2021 in busta chiusa, sigillata e controfirmata su tutti i lembi di chiusura recante, a
pena di esclusione, il nominativo ed il domicilio del mittente e la dicitura “NON APRIRE – OFFERTA
RELATIVA ALLA VENDITA DI BENI IMMOBILI DI PROPRIETA’ COMUNALE MEDIANTE ASTA
PUBBLICA”.
Si procederà all’esclusione automatica delle offerte pervenute oltre il detto termine, anche se
sostitutive o aggiuntive ad altra precedente offerta. A tale scopo, farà fede il timbro con data ed
ora apposti all’atto del ricevimento dal suddetto sportello del Comune Morciano di Romagna.
Il recapito in tempo utile del plico, a mezzo del servizio postale o a mezzo di altri soggetti, rimane
ad esclusivo rischio del mittente.
Nella busta chiusa, sigillata e controfirmata di cui sopra devono essere inseriti — a pena di
esclusione — due distinti plichi, anch’essi sigillati e controfirmati su tutti i lembi di chiusura, con le
seguenti diciture:

Plico n. 1: “Documentazione amministrativa” Allegato sub-A_Dichiarazione sostitutiva
Plico n. 2: “Offerta economica” Allegato sub-B_offerta_economica

 

PLICO N. 1 – DOCUMENTAZIONE AMMINISTRATIVA

Il plico n. 1 deve contenere il modulo “Dichiarazione sostitutiva” – allegato sub A) al presente
bando — sottoscritto per esteso dal concorrente al quale dovranno essere allegate, a pena di
esclusione:
 una fotocopia di un documento d’identità valido del sottoscrittore;
 comprova dell’avvenuta costituzione del deposito cauzionale, pari al 10% (dieci per cento)
dell’importo a base d’asta per ciascun lotto per il quale si propone offerta, e ciò a garanzia
della sottoscrizione del contratto in caso di aggiudicazione.
L’importo della cauzione è di:
15.378,50 €
La cauzione va costituita versando il relativo importo al seguente IBAN: Comune
di Morciano di Romagna – Servizio di Tesoreria: IT 22 T 06230 67930 000030475784
Nelle note dell’atto di pagamento dovrà essere indicata la seguente causale “deposito
cauzionale vendita beni immobili di proprietà Comune di Morciano di Romagna”.
Tale cauzione sarà restituita in caso di mancata aggiudicazione o di annullamento della
gara. In caso di aggiudicazione, la somma versata a titolo di cauzione provvisoria verrà
trattenuta a titolo di caparra confirmatoria. Sarà incamerata dal Comune a titolo di penale
laddove, nei termini stabiliti dal presente bando, l’aggiudicatario non si presentasse alla
sottoscrizione dell’atto di compravendita; ai concorrenti non aggiudicatari sarà restituita
entro trenta giorni dall’aggiudicazione. La cauzione versata non è fruttifera, né i
concorrenti potranno chiedere indennizzi di sorta;
 copia del presente bando sottoscritto in ogni foglio “PER ACCETTAZIONE” da parte
dell’offerente.
 Eventuale copia della procura di cui al punto 1.a.
Tale busta dovrà essere chiusa in modo sufficiente ad assicurare la segretezza, controfirmata sui
lembi di chiusura, nonché riportare la dicitura: “DOCUMENTAZIONE AMMINISTRATIVA”.

PLICO N. 2 – OFFERTA ECONOMICA
Il plico n. 2 deve contenere il modulo “Offerta economica” – allegato sub B) al presente bando –
con l’indicazione del prezzo offerto espresso in cifre e in lettere e sottoscritto per esteso
dall’offerente e redatto in lingua italiana.
In caso di discordanza tra indicazione in cifre e in lettere, si applicherà il prezzo più vantaggioso
per l’Amministrazione. Le offerte non potranno essere in diminuzione ma almeno pari a quello
dell’avviso d’asta
Tale busta dovrà essere chiusa in modo sufficiente ad assicurare la segretezza dell’offerta,
controfirmata sui lembi di chiusura, nonché riportare la dicitura: “OFFERTA ECONOMICA”.

L’apertura dei plichi si terrà in forma pubblica presso il Palazzo Comunale – Sala di Giunta alle ore
12,00 del giorno 13/12/2021, anche se nessuno dei rappresentanti dei concorrenti risultasse
presente.
Si procederà:
– all’apertura delle buste contenenti gli ulteriori 2 plichi;
– all’apertura del plico n. 1;
– all’esame del contenuto dello stesso;
– alla lettura dell’esito dell’esame, che potrà dar luogo all’ammissione, all’ammissione con riserva o
alla non ammissione alla fase successiva;
– all’apertura del plico n. 2 contenente l’offerta economica dei soli concorrenti ammessi.
La Commissione di gara si riserva, in ogni caso, di interrompere o di sospendere discrezionalmente
la gara per qualsiasi motivo, senza che i concorrenti possano avanzare pretesa od obiezione
alcuna.

2 Novembre 2020

Terrazzo

2 Novembre 2020

Esterno 1

2 Novembre 2020

Esterno 1

2 Novembre 2020

Interno2

2 Novembre 2020

Interno3

2 Novembre 2020

Interno4

2 Novembre 2020

Interno5

2 Novembre 2020

Interno6

2 Novembre 2020

Interno6

Bando completo

Allegati

Contributi trasporto scolastico fuori regione

Anche gli studenti che frequentano gli istituti scolastici posti fuori regioni riceveranno il rimborso delle spese di abbonamento da parte della Regione Emilia Romagna.
E’ questo il senso di una FAQ emessa dalla regione Emilia Romagna.
Gli studenti iscritti alle scuole superiori di secondo grado e residenti in Emilia-Romagna, che utilizzano servizi di trasporto pubblico svolti da aziende non regionali per recarsi a scuola, in particolare fuori regione, riceveranno il rimborso dell’abbonamento annuale acquistato per l’anno scolastico 2021/2022.
Nei prossimi mesi pertanto la Regione metterà a disposizione un nuovo portale in cui gli studenti che abbiano i requisiti necessari, fra cui un’attestazione INPS definitiva senza omissioni/difformità di ISEE 2021 minore od uguale a 30.000 euro, potranno fare richiesta di rimborso dell’abbonamento già acquistato. Le modalità verranno comunicate successivamente.
A questo proposito l’invito è a conservare la documentazione che attesti l’acquisto dell’abbonamento con evidenza dell’Azienda di trasporto, del periodo di validità, della tipologia (abbonamenti per studenti o giovani), costo, tratta origine-destinazione.
In sede di controllo da parte della Regione sulla rispondenza dei requisiti che verranno attestati in sede di richiesta, oltre al requisito Isee per il quale si attua un controllo sistematico, potrà essere richiesto di produrre anche attestato di iscrizione alla scuola indicata.

TRASPORTO PUBBLICO GRATUITO PER GLI STUDENTI DELLE SCUOLE SUPERIORI a.s.2021-2022

 

TRASPORTO PUBBLICO GRATUITO PER GLI STUDENTI DELLE SCUOLE SUPERIORI a.s.2021-2022

 

La Regione Emilia-Romagna, a decorrere da settembre 2021, prevede il trasporto gratuito per i percorsi casa-scuola degli studenti e delle studentesse iscritti alle scuole secondarie di II grado statali, paritarie e istituti di formazione professionale per l’anno scolastico 2021-2022.

 

COSA VIENE OFFERTO?

 

Lo studente/essa ha diritto all’abbonamento annuale personale integrato, con validità a partire da settembre 2021 e scadenza al 31 agosto 2022.

L’abbonamento permette, utilizzando autobus urbani, corriere e/o treni, di coprire l’intero percorso casa-scuola e di utilizzarlo anche nel tempo libero, per la stessa combinazione di viaggio.

L’abbonamento potrà essere disponibile su card elettronica Mi Muovo oppure attraverso l’app gratuita Roger, da scaricare sul cellulare. Per i servizi ferroviari l’abbonamento sarà caricato solo su card UNICA.

 

COSA OCCORRE PER AVERE L’ABBONAMENTO GRATUITO?

 

Per poter usufruire della gratuità del trasporto pubblico gli studenti e le studentesse devono soddisfare tutti i seguenti requisiti:

  • residenza in Emilia-Romagna;
  • iscrizione per l’anno scolastico 2021-2022 ad un istituto di scuola superiore di II grado statale, paritaria, compresi gli istituti di formazione professionale;
  • data di nascita antecedente al 31 dicembre 2007 compreso;
  • attestazione ISEE 2021 definitiva minore o uguale a 30.000 euro. Sono accettate anche attestazioni ISEE per minori e correnti 2021.

 

È importante attivarsi tempestivamente per ottenere l’Attestazione ISEE, poiché dalla data della richiesta decorrono diversi giorni prima di avere il numero di protocollo INPS necessario per compilare la domanda.

 

Informazioni e documentazione da reperire prima di fare la richiesta

 

Prima di accedere alla richiesta è necessario assicurarsi di avere le seguenti informazioni e documenti:

  • credenziali di autenticazione SPID L2, CIE, Federa A+, CNS;
  • indirizzo e-mail per contatti e informazioni;
  • Codice fiscale e dati anagrafici dello studente/essa;
  • istituto e classe di iscrizione per l’anno scolastico 2021-2022;
  • attestazione ISEE 2021 definitiva minore o uguale a € 30.000. Nella compilazione della domanda è richiesto il solo numero di protocollo rilasciato dall’INPS dell’attestazione definitiva ISEE 2021 (es. di formato: INPS-ISEE-2021-XXXXXXXXX-00) da non confondere con il numero di protocollo mittente (es. CAF000XX-PG0000-2021-N0000000), rilasciato dal CAF;
  • reperire informazioni nei siti delle Aziende di trasporto pubblico della regione Emilia-Romagna: Trenitalia Tper Scarl, Tper Spa, Start Romagna Spa, Seta Spa, Tep SPA, per individuare la migliore soluzione di viaggio per il percorso casa-scuola.

 

 

COME SI ACCEDE ALLA RICHIESTA DI AGEVOLAZIONE?

 

La richiesta dovrà essere presentata esclusivamente on-line, a norma del DPR 445/00 e nel rispetto delle indicazioni previste, utilizzando l’applicativo informatico che sarà reso disponibile nel portale tematico regionale all’indirizzo internet: https://mobilita.regione.emilia-romagna.it/gratis dal 25 agosto 2021.

 

La compilazione della domanda dovrà essere effettuata con SPID L2, CIE, Federa A+, CNS se lo studente beneficiario è:

  • minorenne: da uno dei genitori, o da chi esercita la responsabilità parentale del minore che utilizzeranno le proprie credenziali;
  • maggiorenne: direttamente dallo studente con le proprie credenziali.

 

DOPO LA RICHIESTA: I PASSAGGI SUCCESSIVI

 

Dopo aver fatto la richiesta tramite l’applicativo regionale, l’utente riceve alcune mail generate automaticamente e alle quali non è possibile rispondere, che lo informano sullo stato della sua pratica.

  • La prima mail è immediata e segnala l’avvenuta presa in carico della sua richiesta.
  • La seconda mail, che arriva con Pec: notifichesaltasu@postacert.regione.emilia-romagna.it che può essere aperta anche tramite la posta elettronica ordinaria, contiene un avviso di protocollazione.
  • La terza mail, sempre Pec, comunica l’esito della richiesta.
  • In caso di esito positivo – richiesta ACCOLTA– la mail conterrà uno o più PIN con i quali sarà possibile fare la richiesta all’azienda di trasporto e le necessarie istruzioni per procedere.
  • In caso di esito negativo –richiesta NON ACCOLTA -, sarà possibile ripresentare la richiesta solo se il diniego è stato causato da errori materiali e non da mancanza dei requisiti.

COMUNICAZIONI E CONTATTI

 

Nel portale regionale all’indirizzo: https://mobilita.regione.emilia-romagna.it/gratis saranno disponibili le informazioni necessarie all’accesso del beneficio.

Per qualsiasi contatto e comunicazione con la struttura regionale è disponibile il seguente indirizzo mail saltasu@regione.emilia-romagna.it e il numero verde Mi Muovo 800-388988.

 

Ulteriori informazioni saranno reperibili nei siti delle singole società di trasporto TRENITALIATPER Scarl, TPER Spa, TEP Spa, SETA Spa, START Romagna Spa, con pagine dedicate all’iniziativa.

 

Storie di fine estate, per i bambini dai 2 ai 5 anni

Un settembre pieno di storie quello organizzato dalla Biblioteca Comunale, per bambini dai 3 ai 5 anni.
Presso l’ombra del parco del Conca.
In caso di brutto tempo le storie saranno raccontate in biblioteca.

Allegati

BORSE DI STUDIO E CONTRIBUTI PER I LIBRI DI TESTO PER ‘A.S. 2021/22

BORSE DI STUDIO E CONTRIBUTI PER I LIBRI DI TESTO PER ‘A.S. 2021/22: DOMANDE ONLINE DAL 06.09.2021 ALLE ORE 18,00 DEL 26.10.2021

La Giunta regionale con propria deliberazione n. 878 del 14 giugno 2021 ha approvato i criteri per la concessione dei benefici per il diritto allo studio per l’anno scolastico 2021/2022, in attuazione degli Indirizzi regionali approvati dall’Assemblea legislativa con deliberazione n. 209/2019 e validi per il triennio 2019-2021.

 

I bandi per l’anno scolastico 2021/2022 saranno aperti dal 6 Settembre al 26 Ottobre 2021 (ore 18) sia per le borse di studio (di competenza delle Province/Città metropolitana di Bologna) che per i contributi dei libri di testo (di competenza di Comuni/Unioni dei Comuni)

In tale periodo i cittadini potranno presentare le domande di beneficio esclusivamente online all’indirizzo https://scuola.er-go.it

A supporto della compilazione accedendo all’applicativo https://scuola.er-go.it  l’utente troverà la guida esplicativa.

Ai sensi delle vigenti disposizioni nazionali (art. 24 comma 4 del Decreto legge n.76/2020 convertito nella Legge n.120/2020), l’accesso all’applicativo ER.GO SCUOLA per la presentazione delle istanze può essere effettuato unicamente tramite l’identità digitale SPID (Sistema Pubblico di identità digitale) e la CIE (Carta d’identità elettronica) o CNS (carta nazionale dei servizi).

Per presentare la domanda on-line l’utente può essere assistito gratuitamente anche dai Centri di assistenza fiscale (C.A.F.) convenzionati con ER.GO, il cui elenco verrà pubblicato sul sito http://scuola.regione.emilia-romagna.it

 

CHI PUO’ FARE DOMANDA

I destinatari dei benefici sono gli studenti iscritti:

– alle scuole secondarie di primo e di secondo grado del sistema nazionale di istruzione, al secondo e terzo anno di Istruzione e Formazione Professionale presso un organismo di formazione professionale accreditato per l’obbligo di istruzione che opera nel Sistema regionale IeFP;

– alle tre annualità dei progetti personalizzati di Istruzione e Formazione Professionale di cui al comma 2, art. 11 della L.R. 5/2011 presso un organismo di formazione professionale accreditato per l’obbligo di istruzione che opera nel Sistema regionale IeFP;

 

REQUISITO DELLA SITUAZIONE ECONOMICA DI ACCESSO

Per avere diritto al benefici, l’indicatore della Situazione Economica Equivalente (ISEE) del richiedente, in corso di validità, che dovrà rientrare nelle seguenti due fasce:

Fascia 1: Isee da € 0 a € 10.632,94;

Fascia 2: Isee da € 10.632,95 a € 15.748,78.

Gli studenti devono avere un’età non superiore a 24 anni, ossia nati a partire dal 01/01/1997.

Il requisito relativo all’età non si applica agli studenti e alle studentesse disabili certificati ai sensi della Legge n. 104/1992.

 

TIPOLOGIE DI BENEFICI

Borse di studio regionali:

Sono finalizzate a sostenere gli studenti in disagiate condizioni economiche nell’assolvimento dell’obbligo di istruzione.

Sono destinate a studenti iscritti al primo e al secondo anno delle scuole secondarie di secondo grado del sistema nazionale di istruzione e al secondo anno e terzo dei percorsi IeFP presso un organismo di formazione professionale accreditato per l’obbligo di istruzione che opera nel Sistema regionale IeFP.

Sono erogate dalla Provincia/Città Metropolitana di residenza dello studente.

 

Contributi per i libri di testo:

Sono finalizzati a sostenere gli studenti in disagiate condizioni economiche nell’acquisto di libri di testo e di altri contenuti didattici, anche digitali, relativi ai corsi di istruzione.

Sono destinati a studenti iscritti alle scuole secondarie di primo e secondo grado del sistema nazionale di istruzione.  Sono erogati dal Comune/Unione dei Comuni di residenza dello studente. Per i contributi non occorre dichiarare la spesa sostenuta: l’importo del beneficio non è soggetto a rendiconto in piena analogia a quanto previsto per le borse di studio.

DETERMINAZIONE IMPORTI ED EROGAZIONI CONTRIBUTI

La definizione degli importi dei benefici a valere sulle risorse regionali e nazionali che si renderanno disponibili sarà effettuata in funzione delle effettive domande e pertanto, dopo la chiusura dei bandi, in esito alla validazione da parte delle Province/Città Metropolitana/Comuni dei dati degli aventi diritto, sulla base delle risorse disponibili, con priorità alle domande ammissibili rientranti nella Fascia Isee 1.

 

Per informazioni di carattere generale è inoltre disponibile il Numero verde regionale 800955157 e la mail: formaz@regione.emilia-romagna.it.

Per assistenza tecnica all’applicativo: dirittostudioscuole@er-go.it

 

 

Affidamento triennale del servizio di consulenza e brokeraggio assicurativo (scadenza: 27/09)

Manifestazione di Interesse a partecipare alla procedura per l’Affidamento triennale del Servizio di Consulenza e Brokeraggio Assicurativo

presentazione richieste di partecipazione fissato entro le ore 13.00 del giorno 27/09/2021

 

Allegati

389 visite

torna all'inizio del contenuto Skip to content

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi