avvisi

Coronavirus: nuova ordinanza, sospensione mercati ambulanti e ogni aggregazione pubblica o privata

IL SINDACO

CONSIDERATO che nella Regione Emilia Romagna sono stati individuati alcuni casi di positività al COVID-19;

Visto che in data odierna presso la prefettura di Rimini si è tenuto un apposito incontro nel quale è stato confermato che un residente del Comune di Cattolica è risultato positivo al COVID-19.

Considerato che lo stesso è coinvolto nella gestione di una attività economica nel Comune di San Clemente: Ristorante La Romagnola.

Atteso che nel corso dell’incontro l’autorità sanitaria ha informato che da parte della persona interessata sono emersi contatti e rapporti con cittadini anche di questo comune.

Visto che la stessa autorità sanitaria ha consigliato l’emissione di apposita ordinanza che individui puntualmente quanto disposto dal Ministro della Salute d’intesa con il Presidente della Regione Emilia Romagna con ordinanza n. 1 del 23.02.2020

VISTA l’ordinanza del Ministro della Salute d’intesa con il Presidente della Regione Emilia Romagna n. 1 del 23.02.2020, concernente “Misure urgenti in materia di contenimento e gestione dell’emergenza epidemiologica da COVID-19”, con la quale si è disposta, tra l’altro, la sospensione fino al 01.03.2020:

  • di manifestazioni o iniziative di qualsiasi natura, di eventi e di ogni forma di aggregazione in luogo pubblico o privato, anche di natura culturale, ludico, sportiva, ecc., svolti sia in luoghi chiusi che aperti al pubblico;
  • dei servizi di apertura al pubblico dei musei e degli altri istituti e luoghi della cultura di cui all’articolo 101 dei codici dei beni culturali e del paesaggio di cui al d.lgs. 42/2004, ad eccezione delle biblioteche, nonché dell’efficacia delle disposizioni regolamentari sull’accesso libero o gratuito a tali istituti o luoghi;

VISTA altresì la Circolare n. 3/2020 del Ministero dell’Interno, nella quale si raccomanda, in particolare, di evitare, negli uffici per il ricevimento del pubblico, il sovraffollamento dei locali;

CONSIDERATO che la Circolare relativa ai chiarimenti applicativi in merito all’Ordinanza contingibile e urgente n. 1 del Ministero della Salute, d’intesa con il Presidente della Regione Emilia-Romagna prevede che “Resta facoltà delle autorità territorialmente competenti disporre ulteriori e specifiche prescrizioni, laddove necessarie in ragione di particolari esigenze delle comunità locali”;

RITENUTO di dover adottare ulteriori misure di natura precauzionale tese a prevenire una possibile potenziale trasmissione del virus;

CONSIDERATO che in caso di emergenze sanitarie e di igiene pubblica, ai sensi dell’art. 32 della legge n. 833/1978 e dell’art. 117 del D.Lgs. n. 112/1998, le ordinanze contingibili ed urgenti sono adottate dal Sindaco, quale rappresentante della comunità locale nell’ambito del territorio comunale;

VISTO l’art. 50 del decreto legislativo 18 agosto 2000, n. 267 e s.m.i.;

 ORDINA

in via precauzionale, al fine di prevenire il rischio di diffusione del COVID-19 nell’ambito del territorio comunale:

  • la sospensione del mercato ambulante settimanale nella giornata di giovedì 27 febbraio e l’evento domenicale del 1 marzo 2020;
  • la proroga sino al 8 marzo 2020 della chiusura della Biblioteca comunale “G. Mariotti”;
  • la chiusura delle palestre e delle sale giochi, dei centri di intrattenimento ludico, ricreativo o sociale nonché la sospensione di manifestazioni o iniziative di qualsiasi natura, di eventi e di ogni forma di aggregazione in luogo pubblico o privato svolti sia in luoghi chiusi che aperti al pubblico (Tale limitazione si applica sino al 1.3.2020 o a nuovo termine che l’ordinanza del presidente della regione e del ministro della salute vorranno emettere);

 DISPONE

  • di dare adeguata pubblicità al presente provvedimento mediante la sua pubblicazione all’Albo Pretorio Comunale e sul sito internet comune.morcianodiromagna.rn.it;
  • di incaricare il Servizio Polizia Municipale dell’Unione della Valconca della vigilanza sull’esecuzione della presente ordinanza;
  • che copia della presente ordinanza sia trasmessa a:
  • Prefettura – Ufficio Territoriale del Governo di Rimini;
  • Servizio Polizia Municipale dell’Unione della Valconca;
  • Comando Stazione Carabinieri di Morciano di Romagna;
  • SUAP Unione della Valconca;

AVVERTE

le trasgressioni alla presente ordinanza saranno punite ai sensi dell’art. 650 C.P. e con la sanzione amministrativa da € 25,00 ad € 500,00, così come stabilito dall’art. 7/bis del D.Lgs. n. 267/2000;

  • ai sensi dell’art. 3 comma 4 della legge 241/90, contro la presente ordinanza è ammesso ricorso al Tribunale Amministrativo Regionale di Bologna entro il termine di 60 giorni, ovvero ricorso al Presidente della Repubblica, entro il termine di 120 giorni decorrenti dalla piena conoscenza del presente provvedimento.
Coronavirus, sospensione mercato settimanale e divieto manifestazioni ed eventi pubblici

IL SINDACO

CONSIDERATO che nella Regione Emilia Romagna sono stati individuati alcuni casi di positività al COVID-19;

Visto che in data odierna presso la prefettura di Rimini si è tenuto un apposito incontro nel quale è stato confermato che un residente del Comune di Cattolica è risultato positivo al COVID-19.

Considerato che lo stesso è il titolare di una attività economica nel Comune di San Clemente.

Atteso che nel corso dell’incontro l’autorità sanitaria ha informato che da parte della persona interessata sono emersi contatti e rapporti con cittadini anche di questo comune.

Visto che la stessa autorità sanitaria ha consigliato l’emissione di apposita ordinanza che individui puntualmente quanto disposto dal Ministro della Salute d’intesa con il Presidente della Regione Emilia Romagna con ordinanza n. 1 del 23.02.2020

VISTA l’ordinanza del Ministro della Salute d’intesa con il Presidente della Regione Emilia Romagna n. 1 del 23.02.2020, concernente “Misure urgenti in materia di contenimento e gestione dell’emergenza epidemiologica da COVID-19”, con la quale si è disposta, tra l’altro, la sospensione fino al 01.03.2020:

  • di manifestazioni o iniziative di qualsiasi natura, di eventi e di ogni forma di aggregazione in luogo pubblico o privato, anche di natura culturale, ludico, sportiva, ecc., svolti sia in luoghi chiusi che aperti al pubblico;
  • dei servizi di apertura al pubblico dei musei e degli altri istituti e luoghi della cultura di cui all’articolo 101 dei codici dei beni culturali e del paesaggio di cui al d.lgs. 42/2004, ad eccezione delle biblioteche, nonché dell’efficacia delle disposizioni regolamentari sull’accesso libero o gratuito a tali istituti o luoghi;

VISTA altresì la Circolare n. 3/2020 del Ministero dell’Interno, nella quale si raccomanda, in particolare, di evitare, negli uffici per il ricevimento del pubblico, il sovraffollamento dei locali;

CONSIDERATO che la Circolare relativa ai chiarimenti applicativi in merito all’Ordinanza contingibile e urgente n. 1 del Ministero della Salute, d’intesa con il Presidente della Regione Emilia-Romagna prevede che “Resta facoltà delle autorità territorialmente competenti disporre ulteriori e specifiche prescrizioni, laddove necessarie in ragione di particolari esigenze delle comunità locali”;

RITENUTO di dover adottare ulteriori misure di natura precauzionale tese a prevenire una possibile potenziale trasmissione del virus;

CONSIDERATO che in caso di emergenze sanitarie e di igiene pubblica, ai sensi dell’art. 32 della legge n. 833/1978 e dell’art. 117 del D.Lgs. n. 112/1998, le ordinanze contingibili ed urgenti sono adottate dal Sindaco, quale rappresentante della comunità locale nell’ambito del territorio comunale;

VISTO l’art. 50 del decreto legislativo 18 agosto 2000, n. 267 e s.m.i.;

 ORDINA

in via precauzionale, al fine di prevenire il rischio di diffusione del COVID-19 nell’ambito del territorio comunale:

  • la sospensione del mercato ambulante settimanale e domenicale nelle giornate di giovedì 27 febbraio e domenica 1 marzo 2020;
  • la proroga sino al 8 marzo 2020 della chiusura della Biblioteca comunale “G. Mariotti”;
  • la chiusura delle palestre e delle sale giochi, dei centri di intrattenimento ludico, ricreativo o sociale nonché la sospensione di manifestazioni o iniziative di qualsiasi natura, di eventi e di ogni forma di aggregazione in luogo pubblico o privato svolti sia in luoghi chiusi che aperti al pubblico; Tale limitazione si applica sino al 1.3.2020 o a nuovo termine che l’ordinanza del presidente della regione e del ministro della salute vorranno emettere;

 

DISPONE

  • di dare adeguata pubblicità al presente provvedimento mediante la sua pubblicazione all’Albo Pretorio Comunale e sul sito internet comune.morcianodiromagna.rn.it;
  • di incaricare il Servizio Polizia Municipale dell’Unione della Valconca della vigilanza sull’esecuzione della presente ordinanza;
  • che copia della presente ordinanza sia trasmessa a:
  • Prefettura – Ufficio Territoriale del Governo di Rimini;
  • Servizio Polizia Municipale dell’Unione della Valconca;
  • Comando Stazione Carabinieri di Morciano di Romagna;
  • SUAP Unione della Valconca;

AVVERTE

le trasgressioni alla presente ordinanza saranno punite ai sensi dell’art. 650 C.P. e con la sanzione amministrativa da € 25,00 ad € 500,00, così come stabilito dall’art. 7/bis del D.Lgs. n. 267/2000;

  • ai sensi dell’art. 3 comma 4 della legge 241/90, contro la presente ordinanza è ammesso ricorso al Tribunale Amministrativo Regionale di Bologna entro il termine di 60 giorni, ovvero ricorso al Presidente della Repubblica, entro il termine di 120 giorni decorrenti dalla piena conoscenza del presente provvedimento.
Sospensione attività preparatorie Fiera di San Gregorio e divieto stazionamento nel territorio di Morciano di Romagna

Sentito il comitato insediato presso la Prefettura di Rimini e vista l’ordinanza del presidente della Regione Emilia Romagna e del Ministro della salute, il sindaco ha emesso in data odierna l’ordinanza con la quale vengono sospese tutte le attività preparatorie alla fiera di san Gregorio disponendo

  • la sospensione di tutte le attività preparatorie alla Fiera di San Gregorio, con il divieto, per i titolari delle attrazioni del Parco divertimenti e per i commercianti su aree pubbliche, di accedere e sostare sul territorio comunale con mezzi, roulotte o caravan.

Allegati

Graduatoria assegnazione alloggi ERP (case popolari). Bando di concorso integrativo.

BANDO PUBBLICO DI CONCORSO PER LA PRESENTAZIONE DELLE DOMANDE DI ACCESSO ALLA GRADUATORIA PER L’ASSEGNAZIONE DI ALLOGGI DI EDILIZIA RESIDENZIALE PUBBLICA

Bando integrativo ERP 2020

Domanda ERP Morciano di Romagna

 

In esecuzione del Regolamento comunale per l’assegnazione e la gestione degli alloggi di Edilizia Residenziale Pubblica, approvato con deliberazione Commissariale n. 20 del 28 aprile 2017, nonché della determinazione del Responsabile del Servizio n. 38/2020, si provvede alla emanazione del presente Bando Pubblico per l’aggiornamento dopo il primo biennio mediante bando di concorso integrativo.

La presentazione delle domande dovrà avvenire entro 28/02/2020 secondo le modalità contenute nel bando

MODALITA’ DI PRESENTAZIONE DELLE DOMANDE

La domanda di partecipazione al presente bando di concorso deve essere presentata in bollo da uno solo dei componenti del nucleo familiare (referente del nucleo), in forma di dichiarazione sostitutiva ai sensi del D.P.R. 445/2000 e s.m. e compilata unicamente sul modulo predisposto dal Comune di Morciano di Romagna in distribuzione presso l’Ufficio Protocollo

La domanda di accesso alla graduatoria può essere:
– consegnata direttamente all’Ufficio Protocollo del Comune di Morciano di Romagna, Piazza del Popolo n. 1 – tel. 0541.851911
– inviata per posta con raccomandata con ricevuta di ritorno, allegando una fotocopia non autenticata di un documento di identità valido di colui che sottoscrive la dichiarazione sostitutiva, alla sede del Comune di Morciano di Romagna, Piazza del Popolo n. 1 – 47833 Morciano di Romagna (RN), entro la data di scadenza del bando.
– pec: protocollo@pec.comune.morcianodiromagna.rn.it
La domanda dovrà essere presentata entro i termini di apertura del bando di concorso e quindi con SCADENZA 28/02/2020 e dovrà contenere:
a. le generalità del richiedente e dei componenti del suo nucleo familiare;
b. dichiarazione relativa al possesso dei requisiti per l’accesso e alle condizioni possedute ai fini
dell’attribuzione dei punteggi per l’assegnazione di alloggi erp;
c. l’indirizzo, se diverso dalla residenza, al quale far pervenire tutte le eventuali comunicazioni da parte del Comune.
Alla domanda dovrà essere allegata, a pena di esclusione dalla graduatoria:
a) dichiarazione sostitutiva unica I.S.E.E.;
b) dichiarazione sostitutiva unica, approvata con D.P.C.M. del 18.05.2001 con modello base e con tutti i fogli allegati relativi a tutti i componenti del nucleo avente diritto.
Per maggiori informazioni e i requisiti necessari alla partecipazione si rimanda al BANDO COMPLETO

Contributi per ampliamento di esercizi commerciali esistenti o riapertura esercizi chiusi da almeno sei mesi

Avviso pubblico per l’erogazione di contributi finalizzati all’ampliamento di esercizi commerciali esistenti o alla riapertura di esercizi chiusi da almeno sei mesi, ai sensi dell’articolo 30-ter del Decreto Legge 30 aprile 2019 n. 34, convertito con modificazioni, in Legge n. 58/2019

AVVISO PUBBLICO_ALLEGATO A

domanda contributi decreto crescita_ALLEGATO B

317 visite

torna all'inizio del contenuto Skip to content

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi